Benvenuti

Salve colleghi del Cassata-Gattapone! Ecco un blog per condividere siti, software e materiali didattici utili al nostro mestiere. Più che un blog vuole essere un contenitore di risorse da cui attingere per trovare spunti interessanti da proporre a lezione, materiali da pubblicare sulla piattaforma e buone pratiche didattiche.


Buona navigazione!!

sabato 11 giugno 2016

Coding in your classroom

I MOOC (Massive Online Open Courses) sono forse una delle cose più interessanti nel campo della didattica. Il corso che incollo qui, e che ho solo rapidamente visionato, pare avere alcuni punti di interesse:
1) Sviluppa il pensiero computazionale attraverso il coding
2) E' rivolto a tutti (docenti, alunni, altri)
3) Non necessita di particolari competenze informatiche per essere frequentato
4) Prevede attività da svolgere in classe anche senza l'uso del PC
5) Rilascia certificazione riconosciuta da alcuni atenei come credito formativo
6) E' organizzato da tal Alessandro Bogliolo, ingegnere elettronico esperto di informatica e con un importante curriculum
7) Alessandro Bogliolo lavora presso l'Università di Urbino (è vicino, potremmo chiamarlo)
8) Non bastasse, il corso è gratuito.

Se qualcuno vuole dargli un'occhiata più da vicino, questo il link:
https://platform.europeanmoocs.eu/course_coding_in_your_classroom_now

domenica 5 giugno 2016

Aurasma: l'incontro tra reale e virtuale.

Aurasma è un software che consente di realizzare esperienze di "realtà aumentata" da intendersi come "...l'arricchimento della percezione sensoriale umana mediante informazioni, in genere manipolate e convogliate elettronicamente, che non sarebbero percepibili con i cinque sensi" (fonte:Wikipedia).

Aurasma, alle cui spalle troviamo il colosso informatico Hp, è stato sviluppato per sistemi IOS Apple o Android. Esso converte il nostro smartphone o tablet in uno strumento per la realizzazione di ambienti in realtà virtuale, consentendo di animare oggetti statici o integrare lo spazio reale con oggetti virtuali. La realtà ripresa tramite la fotocamera del dispositivo viene "aumentata" con oggetti virtuali che si soprappongono e arricchiscono le informazioni sul piano virtuale. Così sullo scenario ripreso dal mondo che ci circonda compaiono oggetti virtuali animati o gli oggetti ripresi si animano essi stessi. La tecnologia sfrutta il riconoscimento ottico degli oggetti e può avere una ricaduta molto interessante sulla didattica in generale e su quella della chimica in particolare.
A dimostrazione di questo, vi suggerisco di vedere il video che segue e con l'occasione indico il link per ottenere l'applicazione per coloro che volessero provare:



 

sabato 4 giugno 2016

VideoAnt e blog di Gianfranco Marini


Giro due indicazioni utili arrivatemi tramite mail dal D.S. Nadery:

indico link di uno dei migliori blog di tecnologie al servizio della didattica, quello di Gianfranco Marini. 

Qui troverete le spiegazioni inerenti VideoAnt, programma free per aggiungere note e commenti ai video che si vogliono utilizzare nella didattica (anche flipped, quindi). E nel blog stesso trovate i link per tutti i video tutorial di Marini su tecnologia e didattica.

VideoAnt è quasi esageratamente semplice, ma proprio per questo ne è possibile un utilizzo diffuso tra i docenti.
Qui, per esempio, i commenti inseriti su un video degli Afterhours,

Il tutto fatto in 40 secondi.


Ma per l'approccio flipped, poter fornire agli alunni video presi dalla rete (youtube, vimeo etc) o nostri file, ai quali aggiungere schemi, commenti, parole chiave, riflessioni o approfondimenti, direi che è particolarmente utile, tanto più se la procedura è assolutamente semplice. I video commentati possono poi essere condivisi in varie modalità (si accede a VideoAnt tramite account Google, Facebook o altro).